Territorio, cultura e tradizioni


Ichnusa Botega Bistro nasce nel 2009 dal sogno visionario di un manager di una grande multinazionale (Antonello Pranteddu) che decide di portare i sapori e i profumi della sua Sardegna a Praga, dove il mare è distante quasi 1000 km. Antonello gira l’isola per diversi mesi alla ricerca dei migliori fornitori, in contesti ambientali di eccezionale qualità. Prodotti esclusivi come la bottarga di Cabras, il torrone di Aritzo e Tonara, le lorrighittas di Morgongiori o i prosciutti di capra e di pecora forniscono la materia prima di una cucina fresca come il suo pesce. Le paste sono fatte a mano e i dolci preparati quotidianamente. Senza dimenticare i vini, di grande carattere.

Ichnusa non è solo una cucina di alto livello, ma anche un ambiente accogliente e rilassante grazie a dettagli in continuo rinnovamento che danno un tocco sardo a volumi e spazi mitteleuropei: da piccoli particolari come le tovagliette di sughero o le battute delle sedie in vero tessuto sardo, alle fotografie a tema di Francesco Bencivenga e opere d’arte come l’originale scultura Dea madre di Roberto Ziranu e il tappeto-arazzo realizzato su disegno di Patricia Urquiola dalle famose tessitrici di Samugheo con la tecnica a pibiones.